Roma, Juan Jesus punge: “Non so perché giocavo poco“

Roma, Juan Jesus punge: “Non so perché giocavo poco“

NAPOLI - JUAN JESUS è diventato un giocatore del NAPOLI, ma c’è ancora qualche “sassolino” giallorosso nella sua scarpa: “Non so perché ho giocato poco a ROMA. Non sono mai stato infortunato - assicura ai microfoni di Radio Kiss Kiss - volevo essere sempre pronto, a Trigoria ero il primo ad arrivare e l’ultimo ad andare via, sono stato sempre professionale”. [La Roma corre e suda: Abraham è impressionante] Guarda la gallery La Roma corre e suda: Abraham è impressionante

“SPALLETTI DÀ SERENITÀ, È QUASI UN PADRE”

Ora spera che le cose possano cambiare nella sua nuova avventura in azzurro, dove ammette di trovarsi già molto bene: “A NAPOLI mi sento già a casa, sto vivendo un’esperienza molto bella. Il gruppo è fantastico. Mister SPALLETTI come sempre ha grande personalità e ci trasmette serenità. Luciano è quasi un padre per noi. Come ho sempre fatto - conclude - ho sempre dato il mio meglio, posso giocare a due o a tre. Devo solo dimostrare quello che sono”. CorrieredelloSport.fun, nasce il grande gioco dei pronostici. Partecipa gratis e vinci!

Fonte: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/serie-a/roma/2021/09/09-85187167/roma_juan_jesus_punge_non_so_perche_giocavo_poco_/

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: