Cska Sofia-Roma 2-3: super Abraham, Mourinho primo

Cska Sofia-Roma 2-3: super Abraham, Mourinho primo

ROMA - Tutto facile - almeno fino all’ultimo quarto d’ora, per LA ROMA DI JOSÉ MOURINHO che nell’ultimo match di Conference League ha battuto in Bulgaria il Cska Sofia 3-2 grazie alla doppietta di Abraham e allo splendido gol di tatto di Borja Mayoral. Doppia festa, perché il Bodo non è andato oltre il pari in casa dello Zorya e ha regalato così IL PRIMO POSTO DEL GIRONE AI GIALLOROSSI che voleranno agli ottavi di finale senza dove affrontare il temuto spareggio. 

ROMA IN VANTAGGIO CON ABRAHAM

PRIMO TEMPO SENZA STORIA allo stadio Balgarska Armiya, la Roma ha dominato la prima frazione di gioco con un possesso palla importante e tanti spunti offensivi che hanno costretto il Cska già dai primi minuti del match ad abbassare il baricentro e respingere gli affondi giallorossi. DOPO UN QUARTO D’ORA IL GOL DI ABRAHAM: bella azione della Roma che ha girato la sfera al limite dell’area, trovando poi l’imbucata per Mayoral che con tenacia è riuscito prima a coprire bene il pallone e poi a smistarlo lateralmente per il cross rasoterra di Karsdorp raccolto senza problemi dal centravanti inglese e spinto senza problemi in porta. 

RADDOPPIO COL TACCO: SUPER GOL DI BORJA MAYORAL

Mourinho alla vigilia del match aveva chiesto una reazione ai suoi, ed è subito arrivata. Partita chiusa al 35’ con il RADDOPPIO GIALLOROSSO FIRMATO DA BORJA MAYORAL, schierato per la prima volta in questa stagione accanto ad Abraham. Bella azione del giovane Bove sulla destra, il suo cross al centro è stato raccolto dall’altra parte del campo da Vina che ha cercato in mezzo lo spagnolo: spalle alla porta l’ex Real ha colpito il pallone di tacco sorprendendo Busatto e regalando il raddoppio ai giallorossi. E DIVORANDOSI IL TRIS. Azione personale dello spagnolo a due minuti dall’intervallo, ma davanti il portiere sinistro calciato alto sopra la traversa. 

TRIS ROMA E DOPPIETTA ABRAHAM

Secondo tempo cominciato con lo stesso canovaccio del primo. Anche meglio. Perché sono serviti soltanto otto minuti per realizzare IL GOL DEL 3-0 QUELLO DELLA TRANQUILLITÀ. Dalla destra cross al centro di Karsdorp, stop di Abraham e destro secco che non ha lasciato campo a Busatto. SESTO GOL per il centravanti inglese in Conference e adesso nuovo capocannoniere del torneo. TRE GOL, LA CERTEZZA DELLA VITTORIA e via alla girandola dei cambi. Il primo arriva due minuti dopo per sostituire l’ammonito Bove (vicino alla doppia ammonizione per un fallo a inizio ripresa) e far entrare Villar. Poi fuori Abraham e Mayoral, dentro ZANIOLO e Shomurodov.

ROMA AGLI OTTAVI SENZA LO SPAREGGIO

Con una Roma più rilassata e sicura del risultato, è ARRIVATO IL GOL DELLA BANDIERA DEL CSKA SOFIA. Controllo in area di Catakovic, lasciato completamente solo, controllo e destro all’angolino dove nulla ha potuto Fuzato. Squadra troppo rilassata negli ultimi minuti e qualche preoccupazione di troppo per i giallorossi. Prima per la SOSTITUZIONE DI ZANIOLO PER UN PROBLEMA ALL’ADDUTTORE, POI PER IL SECONDO GOL DEL SOFIA PRESO AL SECONDO MINUTI DI RECUPERO PRESO DAL SUBENTRATO WILDSCHUT. Ma alla fine è arrivata la vittoria, e una doppia festa. Perché invece in Ucraina il Bodo ha sprecato la grande occasione di volare agli ottavi di finale: LO ZORYA INFATTI È RIUSCITO A STRAPPARE UN PARI CONTRO I NORVEGESI CHE HA PERMESSO ALLA ROMA DI SCAVALCARE IL BODO IN CLASSIFICA e quindi volare direttamente agli ottavi di finale della competizione. Un ringraziamento agli ucraini è d’obbligo. 

Fonte: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/serie-a/roma/2021/12/09-87795864/cska_sofia-roma_2-3_super_abraham_mourinho_primo/

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: