I Friedkin delusi all’Olimpico: derby vissuto tra scaramanzia e infortuni

I Friedkin delusi all’Olimpico: derby vissuto tra scaramanzia e infortuni

ROMA - SI ASPETTAVANO UN DERBY DIVERSO, il loro primo alla guida della Roma. I FRIEDKIN anche questa sera erano presenti sulle tribune DELL’OLIMPICO per l’atteso match contro la Lazio, terminato però con la SCONFITTA DELLA ROMA per 3 a 0. UNA STRACITTADINA AMARA per loro, vissuta con tanta TENSIONE, INSODDISFAZIONE e INCREDULITÀ per come la squadra non sia riuscita a mettere quella cattiveria tanto chiesta dal tecnico nella conferenza stampa del giorno prima. 

I FRIEDKIN erano in un POSTO DIVERSO rispetto a dove siedono solitamente all’Olimpico per le gare casalinghe della Roma. Sistemati nei PALCHETTI solitamente (in tempi prima del Covid) occupati dagli sponsor del club o dalle famiglie dei giocatori, DAN E RYAN hanno visto la gara insieme al CEO FIENGA e al nuovo general manager TIAGO PINTO. Non si sono mossi durante la prima frazione di gara, complice la TENSIONE per i due gol subiti ma anche un FREDDO tagliente che si è abbattuto da giorni nella Capitale. 

TUTTE LE NOTIZIE SULLA ROMA [Il pullman della Roma esce da Trigoria accompagnato dai cori dei tifosi] Guarda il video Il pullman della Roma esce da Trigoria accompagnato dai cori dei tifosi

Durante L’INTERVALLO PADRE E FIGLIO non sono entrati all’interno delle sale dello stadio ma sono rimasti SEDUTI. O quasi. Perché molto velocemente i due si sono SCAMBIATI DI POSTO: Dan Friedkin si è sistemato sulla poltroncina verso la Curva Sud, il figlio Ryan invece alla sua sinistra. Invertiti per SCARAMANZIA? Ancora non si conosce questo aspetto dei nuovi proprietari della Roma, ma sul 2 a 0 per i biancocelesti probabilmente anche i Friedkin hanno provato ogni mossa utile. 

ROMA, TIFOSI FURIOSI: “È VERGOGNOSO GIOCARE UN DERBY COSÌ. DOV’È LA CATTIVERIA?”

DAN FRIEDKIN inoltre si è presentato all’Olimpico anche con un VISTOSO TUTORE AL GINOCCHIO SINISTRO E LE STAMPELLE: dolorante, durante l’intervallo ha dovuto DISTENDERE LA GAMBA su un’altra poltroncina, per poi risistemarsi elegantemente alla ripresa del match. I due americani IMPASSIBILI anche dopo il terzo gol della Lazio firmato da Luis Alberto. I presidenti non hanno toccato il VASSOIO DI DOLCI che gli è stato portato nel corso della ripresa dallo staff, ma hanno assistito in SILENZIO alla disfatta giallorossa. Dopo il terzo gol un solo accorgimento: RYAN HA CAMBIATO NUOVAMENTE POSTO, sistemandosi vicino a Tiago Pinto, nella fila dietro al padre. Al termine del match tanto sconforto e molti punti interrogativi: Dan e RYAN FRIEDKIN HANNO PRIMA VOLUTO ASSISTERE A UNA PARTE DEI FESTEGGIAMENTI DELLA LAZIO, POI HANNO LASCIATO LO STADIO, affranti per come sia andato il loro primo derby della Capitale.  [Maxi striscione esposto dai tifosi con una gru a Trigoria!] Guarda il video Maxi striscione esposto dai tifosi con una gru a Trigoria!

Fonte: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/serie-a/roma/2021/01/15-78225845/i_friedkin_delusi_all_olimpico_derby_vissuto_tra_scaramanzia_e_infortuni/

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: