Juventus, Khedira è recuperato, prove di albero di Natale

Juventus, Khedira è recuperato, prove di albero di Natale

TORINO - Sabato alle ore 18.00 la Juventus ospiterà il Chievo, nell'anticipo della terza giornata di campionato. Martedì poi al Camp Nou, la sfida contro il Barcellona. Allegri, dopo l'amichevole di ieri contro il Chieri, formazione di serie D, vinta 5-0 con tripletta di Higuain,


Il suo ingresso nella ripresa di Germania-Norvegia di lunedì ha certificato il pieno recupero di Sami Khedira dopo la botta a un ginocchio. Ottima notizia per il tecnico, che chiederà ai suoi la terza vittoria in tre giornate, dopo che nelle prime due i bianconeri hanno già mostrato il loro grande potenziale offensivo: 3 gol al Cagliari e 4 al Genoa. Qualche piccola sbavatura la Juventus l’ha mostrata in difesa e in questo senso non ci voleva lo stop di Giorgio Chiellini, fermo per il problema al polpaccio destro accusato in Nazionale. Ancora fermo ai box pure Marchisio, Allegri dovrà valutare le condizioni di Dybala, ripartito soltanto ieri dall’Argentina dopo l’impegno in Nazionale.

EVOLUZIONE - La formazione proposta dal tecnico bianconero nell'amichevole di ieri va in realtà spedita verso una nuova formula su cui si sta lavorando già da tempo. Cinquanta minuti divisi in due frazioni per oliare nuovi meccanismi e proporre un tridente d’attacco molto stretto, del tutto simile a quell’albero di Natale evocato a più riprese durante questa estate. Due trequartisti liberi di imperversare a tutto campo alle spalle dell’unica punta, ma chiamati e richiamati a giocare molto vicini, il più possibile stretti agevolando così inserimenti delle mezz’ali e le sovrapposizioni degli esterni bassi. Una soluzione che saprebbe anche esaltare ulteriormente le caratteristiche di un Gonzalo Higuain già tirato a lucido. i alla guida di un sistema di gioco pronto a diventare nel minor tempo possibile un’alternativa concreta al 4-2-3-1 fin qui sempre proposto anche in questo avvio di stagione.