Torreira: 'La mia priorità il rinnovo con la Sampdoria. Schick? Lo abbraccerò'

Torreira: 'La mia priorità il rinnovo con la Sampdoria. Schick? Lo abbraccerò'
Sabato sera al Ferraris la Sampdoria ospita la Roma. Sarà una partita speciale per parecchi giocatori, tra un Zapata che sogna l'esordio e uno Strinic che scalpita sulla corsia sinistra. Per qualcuno, però, sarà una gara dal sapore ancora diverso. Ad esempio per Lucas Torreira, centrocampista blucerchiato e per alcune settimane anche idea di mercato per Monchi.

Il suo agente spesso lo ha accostato al club capitolino, aprendo ad una possibile cessione. Un po' a sorpresa, però, è arrivato un rinnovo che ha fatto felici i tifosi blucerchiati e soprattutto Marco Giampaolo, che su Torreira ci ha costruito l'impianto di gioco doriano: “Siamo una squadra con tanti giocatori nuovi, abbiamo bisogno di tempo per conoscerci al meglio" racconta Torreira presentando la partita di sabato a Il Messaggero. "Volevamo partire subito forte e questi sei punti ci permettono di proseguire su questa strada con tranquillità. Sarà una partita molto dura, ma importante per il nostro futuro. Esattamente un anno fa, ci presentavamo all’Olimpico dopo aver vinto le prime due partite. A quella sconfitta, rocambolesca, ne seguirono altre tre e poi fu difficile uscire da periodo complicato”.

Di fronte si ritroverà Schick: “Sicuramente lo abbraccerò, ho un bel rapporto con lui. Non so se giocherà, spero di no (ride, ndc). In ogni caso ci saluteremo con affetto. La Roma è sempre tra le più forti d’Italia, non la ritengo inferiore a Juventus e Napoli. Giocano sempre per vincere ma, in vista di sabato, noi ci stiamo preparando per fare altrettanto. Possiamo contare su un gruppo dove tutti, dai titolari alle riserve, hanno carattere e mentalità. Stimo De Rossi - prosegue poi il regista-. È un grande giocatore che seguo sempre con attenzione per poter imparare qualcosa”.

La battuta conclusiva è sul mercato, e proprio sul club giallorosso che lo ha seguito a lungo: “Come ho vissuto quel periodo? Con tranquillità, perché ero in Uruguay con la mia famiglia. Sentivo che si parlava di Roma ma anche di altre società. La mia priorità era il rinnovo con la Samp e sono molto contento di esser rimasto qui, La Roma sicuramente è una prospettiva importante per un ragazzo di 21 anni come me. Il discorso vale anche per altri grandi club che ci sono in Italia o anche in Europa. Comunque, adesso la mia testa è solo alla Sampdoria”