Juventus, Moratti torna a pungere: «Var? Serviva nel '98...» 

Juventus, Moratti torna a pungere: «Var? Serviva nel '98...» 

TORINO – Meglio tardi che mai? È vero fino a un certo punto per Massimo Moratti, che nella sua lunga presidenza all’Inter alla fine è riuscito a vincere parecchio ma non sembra aver ancora digerito lo scudetto vinto dalla Juventus nel 1997/98 a scapito dell’Inter. Una stagione, quella, finita tra le polemiche dopo il contatto in area juventina tra Iuliano e Ronaldo che l’arbitro Ceccarini considerò regolare nella sfida del 26 aprile 1998 al 'Delle Alpi' di Torino. «Non ho ancora un giudizio sulla Var, voglio capire come viene usata e quando – ha detto oggi l’ex patron nerazzurro in occasione della consegna del ‘Premio Nereo Rocco’ a Coverciano -. Di certo questa tecnologia ha tolto emotività alla partita, ma se ci fosse stata nel '98 per il contatto Iuliano-Ronaldo forse sarebbe servita...». Sulla questione, senza chiedere l'ausilio del 'Video Assistance Referee' era del resto circa un anno e mezzo fa replicando alle accuse dell'allora tecnico interista Gigi Simoni«Tornassi indietro non darei quel rigore neanche sotto tortura, avrei dovuto fischiare un fallo a favore della Juventus per sfondamento di Ronaldo. Simoni? È patetico, mi fa ridere». Moratti poi ha parlato del campionato attuale: «Inter da scudetto? È prestissimo, si sono giocate solo due partite ma è stato fatto un mercato di buon senso e i presupposti ci sono. C'è l'allenatore, c'è la società, ci sono i giocatori. Poi nel calcio conta anche la fortuna ma si può sperare. Juve indebolita? Non si sa mai, era partita male anche l'anno scorso ma ha carattere, un ottimo allenatore e un ottimo attacco.Hanno perso Bonucci - ha concluso Moratti - ma qualche rinnovamento ci voleva. Forse ci illudiamo ma è ancora forte».