«Barcellona, Dybala sfumato solo per il veto di Messi»

«Barcellona, Dybala sfumato solo per il veto di Messi»

TORINO – Tutto bene quel che… è finito bene. Già, ma stando a quanto raccontano in Spagna i tifosi della Juventus hanno rischiato davvero di non poter mai vedere Dybala con la maglia numero 10 che è stata di Sivori, Platini, Baggio e Del Piero. Uno scenario che per fortuna non i è materializzato, tanto che la ‘Joya’ è ancora agli ordini di Massimiliano Allegri ed è stato il vero trascinatore dei campioni d’Italia nelle prime tre partite stagionali che lo hanno visto segnare 6 volte (2 in Supercoppa e 4 in campionato), ma che fino a qualche settimana fa non era così inverosimile. A rivelarlo è ‘Diario Gol’, che spiega come il club bianconero avesse «fissato un prezzo di 120milioni per la cessione del 23enne argentino con il Barcellona pronto a sostenere questo investimento e a proseguire la trattativa anche dopo la remunerativa cessione di Neymar, quando si è capito che a quel punto il bianconero sarebbe costato più caro. Se le negoziazioni si sono poi bloccate - sempre secondo il sito specializzato iberico – è stato poi per l’intervento di Leo Messi che ha chiesto di non portare avanti questa operazione . Il motivo è che Dybala, oltre che giocare in una posizione molto simile a quella occupata in campo dal fantasista di Rosario, ha un ego molto accentuato e vuole essere il numero uno della squadra. Ma allo stesso tempo Leo non vole altri galli nel pollaio». ‘Ok Diario’ continua poi spiegando che «alcuni membri della ‘Selecciòn’ argentina assicurano che Dybala si dà arie da divo e da grande stella e per questo avrebbe rappresentato un problema nello spogliatoio per il nuovo tecnico dei catalani Valverde. Dal canto suo il bianconero è venuto a conoscenza della storia e di certo non dimenticherà questa intrusione di Messi».