Serie A, Thereau: «Per la Fiorentina ho rifiutato la Sampdoria»

Serie A, Thereau: «Per la Fiorentina ho rifiutato la Sampdoria»

FIRENZE - Cyril Thereau è carico per la nuova avventura con la maglia della Fiorentina. Un amore nato dopo tanti inseguimenti: "Anche in passato c'erano state chiacchierate con i viola - ha ammesso il giocatore nel corso della conferenza stampa di presentazione - Sono stato vicino alla Sampdoria, ma quando mi ha chiamato Pioli non ho avuto dubbi. Sono sette anni che vengo a giocare qui da avversario, finalmente sarò protagonista con questa maglia. Se sono qui è perché me lo sono meritato". Dopo i 12 gol nell'ultimo campionato, il francese vuole migliorare: "Sto crescendo di stagione in stagione. Ho sempre giocato come seconda punta, ma penso di poter segnare ancora di più".

L'IMPORTANZA DEL GRUPPO - Il giocatore sa bene che, oltre ad avere sulle spalle gran parte del peso dell'attacco, è responsabile anche della crescita dei giovani. Da lui ci si aspetta un grande contributo come uomo spogliatoio: "Anche all'Udinese, quando partirono Pinzi, Domizzi e Di Natale ci trovammo nella stessa situazione - ha ricordato Thereau - L'importante è fare subito gruppo. Simeone? Ci conosceremo bene in campo, ancora ci siamo allenati poco insieme. Ha tante qualità fisiche, sicuramente lo aiuterò a crescere. Ma come lui ci sono tanti giocatori giovani". Sul numero di maglia e sull'esultanza: "A mio fratello piaceva il 7, a me l’11. Poi lui mi spinse a prendere il 77 e mi ha portato bene. L’esultanza sarà sempre la stessa, il gesto con le mani l’ho pensato dopo aver visto le esultanze di Luca Toni qui a Firenze" ha concluso Thereau.