LA LEZIONE DI HAN E LE MAGNIFICHE QUATTRO

LA LEZIONE DI HAN E LE MAGNIFICHE QUATTRO

Perugia, Frosinone, Parma e Carpi: comandano in quattro ed è già un segnale inequivocabile. Sarà battaglia sino alla fine all’insegna dell’equilibrio. E guai ad avventurarsi in pronostici o a stilare tabelle e griglie da specialisti. Chi avrebbe immaginato, per esempio, il baby nord-coreano Han in testa alla classifica dei marcatori e uomo in più del Perugia? E’ il bello del calcio: mentre il suo Paese fa parlare di sé spaventando il genere umano, lui fa sognare un’intera città. Sogna il Frosinone di Longo, ma niente illusioni, benché la seconda vittoria lontano da casa è un altro dato importante se rapportato alla partenza a vuoto di 12 mesi fa e all’epilogo amaro di quel campionato. Il mercato ha lasciato il segno anche a Parma dove l’effetto dei cinesi sarebbe stato vano senza gli interventi del ds Faggiano. E che dire di questo Carpi rivoluzionato dopo la fine del ciclo Castori? Calabro è la vera sorpresa di queste prime giornate. E il bello deve ancora arrivare.
©Riproduzione riservata