Champions League, Barcellona in cerca di identità: Valverde sperimenta

Champions League, Barcellona in cerca di identità: Valverde sperimenta

TORINO - L'addio di Neymar obbliga il Barcellona a ricostruire la propria identità tattica. Il tridente più devastante del mondo rappresenta il passato, ragion per cui il nuovo tecnico Ernesto Valverde si è visto obbligato, in questo avvio di stagione, a proporre varianti tattiche che non sempre hanno dato il risultato desiderato. La batosta rimediata in Supercoppa spagnola nella doppia sfida contro il Real Madrid ha fatto, così, capire al “Txingurri” che l'evoluzione del suo Barça dev'essere lenta e misurata. Ed è per questa ragione che nei primi due incontri disputati dai catalani in Liga il tecnico extremeño ha fatto un passo indietro, rispolverando il 4-3-1-2 utilizzato dai catalani nella fase finale della scorsa stagione, quando Luis Enrique ha capito che il tanto caro 4-3-3 era troppo prevedibile e che per recuperare un po' di fantasia e brio bisognava concedere ancora più libertà a Lionel Messi.