Calciomercato Juventus, Schick e Keita i rimpianti

Calciomercato Juventus, Schick e Keita i rimpianti

TORINO - L’estate 2017 resterà comunque, almeno per qualche anno, quella in cui la Juventus ha avuto in mano - se non addirittura in sede - Patrik Schick e Keita. Due operazioni che a più riprese sembravano praticamente fatte. In particolar modo l’affare Schick: era stato chiuso, e il 22 giugno l’attaccante allora blucerchiato s’era già sottoposto alle classiche foto di rito presso il J Medical. Non sapeva ancora, il ceco, che proprio quelle visite stavano evidenziando un problema fisico che avrebbe indotto la Juventus a fare un passo indietro. Quando poi sul finire del mercato i bianconeri sono tornati alla carica, convinti che il problema fisico fosse risolto, hanno invece dovuto arrendersi al cospetto dei 42 milioni messi sul piatto dalla Roma (e, per la verità, di una formula d’acquisto che farà discutere...). Quanto a Keita, la Juventus era convinta di poter ottenere il giocatore (in scadenza di contratto) ad un prezzo vantaggioso oppure di poterlo tesserare gratuitamente il prossimo giugno. Il Monaco ha scombinato i piani acquistando il laziale per quasi 30 milioni. Inevitabilmente l’ambiente bianconero guarderà ai due giocatori con attenzione, ponendoli in bilico tra un “meno male che è saltato tutto” (come accadde ad esempio con Iturbe, soffiato dalla Roma) e un “ah, se l’affare fosse andato in porto...”.