Höwedes: «Juventus, sono un leader. Niente paragoni con Bonucci»

Höwedes: «Juventus, sono un leader. Niente paragoni con Bonucci»

TORINO - In casa Juventus è l'Höwedes-day. Il nuovo acquisto si presenta in conferenza stampa e ai tifosi: «Questo è uno dei primi cinque club al mondo e per me è un onore essere qui - ha detto il tedesco - Spero di poter passare anni belli qui e di goderne a pieno, senza dimenticare che questa esperienza può aiutarmi molto per conquistare un posto nella Germania ai Mondiali del prossimo anno».

IL PARAGONE CON BONUCCI - «Io leader? Nei 16 anni allo Schalke sono sempre stato il capitano, prima nelle giovanili e poi in prima squadra, quindi sì: mi sento un leader anche se non mi interessa il paragone con Bonucci». A Torino ha una 'guida' speciale: «Per fortuna c'è Khedira qui che mi aiuta, sia in campo che in fiori come ad esempio nel consigliarmi in quale zona prendere casa».


IL NUMERO 21 - Il 29enne jolly tedesco parla poi del primo impatto con la squadra: «Sono lieto di poter condividere il campo con grandi giocatori, come quelli qui presenti o come Buffon, un autentico campione. Ho detto di essere eclettico, lo ripeto: ho giocato sia in difese a tre che a quattro, da centrale ma anche da terzino. Allegri poi mi ha fatto da subito una grande impressione. La maglia 21? Qui è un numero importante, indossato da grandi come Thuram a Dybala: era uno degli ultimi liberi, per questo l'ho scelto».