Calciomercato, Schick la piroetta: più Roma che Juve

Calciomercato, Schick la piroetta: più Roma che Juve

TORINO - Patrick Schick, sommerso di offerte, non ha avuto le idee chiarissime negli ultimi giorni. A 21 anni, in fondo, ci può stare. O forse conviene pensare che il ragazzo sia talmente forte che tutto questo gravitare di squadre attorno al suo profilo rappresenti la normalità. Juventus e Roma innanzitutto, oltre a Inter e Napoli, per citare il club che l’aveva in pugno due mesi fa e quello in cui il presidente Ferrero vorrebbe che giocasse. Già, ora in pole ci sono i giallorossi: Schick ci ha pensato per tutta la notte tra venerdì e sabato e si sarebbe convinto ad accettare la corte dei capitolini. Questione di prospettive tecniche e “vile pecunia”: a parte l’inserimento in extremis del Napoli, l’Inter ha proposto 37 milioni con pagamento dilazionato, la Roma si è spinta fino a 38 più 2 di bonus in 5 anni e la Juve s’è fermata ai 30,5 di giugno lasciando Schick alla Samp in prestito per un anno. «Abbiamo fatto un’offerta importante - ha detto il ds Monchi - aspettiamo che decidano società e giocatore».


Pare abbiano deciso, forse. Tanto che Piero Ausilio (e l’Inter tutta) si è defilato: «Pensavamo di chiudere a certi numeri, poi sono cambiati e visto che ci sono i paletti del fair play finanziario bisogna avere l’onestà di dire avanti un altro». Beppe Marotta era sembrato ottimista dopo aver incontrato venerdì Romei e i dirigenti doriani («Non interessa più alla Juve», ha ribadito l’avvocato della Samp a Sky): «Abbiamo parlato di Schick manifestando ammirazione per un buon talento e rammarico per il modo in cui la questione è andata a finire un mese e mezzo fa - ha spiegato l’ad bianconero -. Avevamo proposto un prestito da 8,5 milioni trasformabile a gennaio in acquisto definitivo per 30,5 milioni totali, in coincidenza con l’idoneità sportiva definitiva. Ma loro non hanno accettato, la trattativa si è chiusa e non si è più riaperta». Pavel Nedved ha fatto il suo, mentre la Samp spinge per la Roma da cui incasserebbe più di tutti. E Patrick? Forse ha deciso. Ma attenzione, comunque vada: il treno bianconero passa una sola volta.